HOME   CULTURA EVENTI NIGHT LIFE SPORT TURISMO   COMUNI
NEWSLETTER AGRITURISMI |  AZIENDE |  IMMOBILIARI |  RICETTIVITÀ |  RISTORO |  SHOPPING |  CONVENZIONI  CONTATTI
CLOWN&CLOWN FESTIVAL DAL 27 SETTEMBRE A MONTE SAN GIUSTO CON DON CIOTTI E BRIGNANO
Dal 27 settembre al 4 ottobre 2015 si svolge a Monte San Giusto, in provincia di Macerata, l’XI edizione del Clown&Clown, Festival Internazionale di Clownerie e ClownTerapia ideato dalla Mabò Band con l’intento di unire le due anime dei clown, quella artistica e quella sociale, dagli artisti di strada ai clown-dottori passando per personaggi famosi che ogni anno partecipano gratuitamente perché condividono il valore sociale ed educativo dell’evento.

Con il contributo di numerosi sponsor privati, della Regione Marche e dell’amministrazione comunale, Monte San Giusto si trasformerà in un grande circo a cielo aperto con tante meravigliose scenografie ed addobbi, come l’enorme naso rosso che domina dal campanile della chiesa, al quale si aggiunge per la prima volta lo yarn bombing, arte di strada che impiega e filati colorati lavorati a maglia o ad uncinetto, con i quali i sangiustesi stanno vestendo la città, i suoi alberi alberi, le maniglie delle porte, i vasi ecc...

Un grande “festival del sorriso” che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata in una girandola di emozioni con tanti ospiti tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yoga della risata, flash mob e grandi eventi di piazza con programma completo in www.clowneclown.org

DOMENICA 20 SETTEMBRE SUL MONTE AMANDOLA FESTA DI FINE ESTATE
Anche quest’anno arriva la Festa di Fine Estate di Risorse Active Tourism, evento conclusivo delle attività estive di turismo attivo della Cooperativa Risorse di Macerata.

Nel corso dell’estate 2015 le guide di Risorse hanno accompagnato nelle montagne marchigiane centinaia di turisti provenienti da tutta Italia, dall’Europa e dagli Stati Uniti. Turisti che hanno scoperto il ricchissimo patrimonio naturalistico delle nostre aree montane attraverso escursioni ed eventi che hanno toccato i Monti Sibillini, il San Vicino, il Monte Conero, il Comprensorio dell’Alta Valle del Potenza, il Parco Gola della Rossa.

Domenica 20 settembre, in occasione dell’ultimo weekend estivo, ci sarà un’intera giornata dedicata agli appassionati della montagna nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.
Le attività sono state pensate per permettere la partecipazione sia al neofita che all’escursionista più allenato.

Ritrovo alle ore 9.00 presso il Rifugio città di Amandola, le guide vi accompagneranno in 3 diversi itinerari di diversa difficoltà: Cima del Monte Amandola (difficoltà: E, durata: 3 ore, dislivello: 500 m), Balzo Rosso (difficoltà: T/E, durata: 3 ore, dislivello: 250 m), Valle Caprina (difficoltà: T durata 2,30 ore dislivello 100 m) e successivamente presenteranno le attività escursionistiche autunnali ed invernali. Tutte le attività sono gratuite, occorre però iscriversi allo 0733 280035 o al 3395761441, altrimenti tramite una email all'indirizzo activetourism@risorsecoop.it indicando nome e cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico.

Al termine delle escursioni sarà possibile pranzare in rifugio, per info e prenotazioni: 347 1921635 - rifugioamandola@gmail.com.

Info: http://activetourism.risorsecoop.it – 0733 280035
GLIFOSATO: PER LE ASSOCIAZIONI E’ CANCEROGENO, VA VIETATO

Divieto di produzione, commercializzazione e uso di tutti i prodotti fitosanitari a base di glifosato. Lo chiede oggi, in una lettera inviata al Governo italiano, il Tavolo delle 17 associazioni nazionali ambientaliste e dell'agricoltura biologica. Definito quest’anno dallo Iarc (International agency for research on cancer), l’agenzia per la ricerca sul cancro dell’Oms, sicuro cancerogeno per gli animali e fortemente a rischio anche per l’uomo, il Glifosato è il pesticida più utilizzato al mondo e presente in 750 formulati tra i quali il Glinet® e il Roundup®, quest’ultimo proposto dalla Monsanto in abbinamento a sementi Ogm che sviluppano resistenza a questo prodotto.

Il tavolo chiede inoltre alle Regioni di rimuovere il prodotto da tutti i disciplinari di produzione che lo contengono e di escludere da qualsiasi premio nei PSR le aziende che ne facciano uso evitando di premiare e promuovere “l’uso sostenibile” di un prodotto dichiarato cancerogeno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Partita da un’iniziativa di AIAB e FIRAB la campagna “STOP Glifosato” è diventata la campagna di tutto il tavolo delle Associazioni Ambientaliste e dell’Agricoltura Biologica e ha già raccolto l’adesione di molte altre organizzazioni nazionali che in occasione dell’apertura del SANA, il Salone del biologico e del naturale di Bologna, lanciano l’allarme.

La pericolosità del Glifosato per persone, piante e animali è ampliata dal fatto di essere largamente utilizzato non solo in agricoltura ma anche per la pulizia delle strade e delle ferrovie e presente nei prodotti per il giardinaggio e l’hobbistica. Anche i bambini possono essere esposti al pericolo del Glifosato durante le erogazioni in aree pubbliche come scuole e giardini. Inoltre, risulta presente, secondo dati internazionali, nell’acqua; in Italia, secondo il report “Pesticidi nelle acque” dell’Ispra, è la sostanza che più spesso supera i limiti delle soglia fissata dalla legge, insieme al suo metabolita (ossia il prodotto dalla degradazione del Glifosato) di nome Ampa.

L’Italia è uno dei maggiori utilizzatori di questo pesticida ed è incluso nel Piano d’Azione nazionale (Pan) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Il che significa che tutti i Programmi regionali per lo sviluppo rurale (Psr 2014-2020), nei prossimi anni, promuoveranno come sostenibile e incentiveranno l’uso di un prodotto che in realtà è cancerogeno, e classificato, in passato, come interferente sul sistema endocrino e, più di recente, secondo studi del Mit del 2013-2014, alla base di gravi pericoli come l’insorgenza della celiachia. Senza parlare delle correlazioni epidemiologiche tra l’esposizione al glifosato e il linfoma di non-Hodgkin e agli aumenti di leucemie infantili e malattie neurodegenerative (come il Parkinson).

“Chiediamo con urgenza al Governo l’applicazione del principio di precauzione in nome della tutela della salute pubblica – dichiara nella lettera il portavoce del tavolo delle associazioni Maria Grazia Mammuccini – e si vieti in via definitiva e permanente la produzione, commercializzazone e l’uso di tutti i prodotti a base di glifosato.

“Le alternative al Glifosato ci sono, e vanno rese note e incentivate – conclude Mammuccini – sia in agricoltura che per la manutenzione del verde pubblico. Si tratta di buone pratiche agronomiche ecologiche, a partire dai metodi di coltivazione biologici e biodinamici, che risultano sostenibili anche nel rapporto costi-benefici, sia a breve che a medio termine”.

Del Tavolo fanno parte: Aiab, Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, FAI, Federbio, Firab, Italia Nostra, ISDE – Medici per l’ambiente, Legambiente, Lipu, Navdanya International, PAN Italia, Slowfood, Terra Nuova, Touring Club Italiano, Associazione Pro Natura, UpBio, WWF. Aderiscono alla Campagna Stop Glifosato : AnaBio, MdC, Infanitalia, Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua, Asso-Consum, WWOOF Italia, NUPA, il Test, UNA.API

CAMPOROTONDO VEGAN DOMENICA 13 SETTEMBRE

A Camporotondo prima festa vegana della provincia di Macerata. Camporotondo Vegan dà appuntamento a tutto il mondo Vegan e non per una grande festa all’insegna dei valori che la scelta etica Vegan porta con sé. Camporotondo Vegan è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con un gruppo di volontari vegetariani e appassionati di cucina vegan.

La prima edizione si preannuncia ricca e caratterizzata dalla forte presenza di associazioni per i diritti degli animali come “Essere animali” e “Sea Sherped”, da proiezioni antispeciste e da tanti incontri e conferenze di personaggi qualificati come medici e filosofi. Insomma, una grande festa del mondo etico e dei diritti animali!

Naturalmente non mancheranno le sempre più numerose aziende che operano in ambito Vegan che con i loro prodotti daranno la possibilità ai visitatori di assaggiare innumerevoli prelibatezze culinarie che il mondo Vegan ha da offrire. Inoltre un’area showcooking gestita da Veg Stuff, Letture e Laboratori Creativi sul recupero del cibo a cura della Libreria il Nautilus, Pratiche olistiche (Yoga, Qi gong, Meditazione ed altro) a cura del Cerchio d’Oro.

Truccabimbi, musica indiana e musica classica si alterneranno durante la giornata
. Una strepitosa CENA VEGAN in collaborazione con l’Agriturismo Coroncina di Melania Moschini e una bellissima danzatrice su note indiane chiuderanno in serata la festa.

FIERA DELL'USATO A MACERATA: ECCO LE PROSSIME DATE
L’estate sta finendo…… e già siamo in odore del prossimo appuntamento con la grande manifestazione marchigiana dedicata al mondo del “secondamano”. Come sempre al Centro Fiere di Macerata, la “Fiera Campionaria dell’Usato” giunta alla 32a edizione, aprirà al pubblico alle ore 14,30 di sabato 10 ottobre, per ripetersi dalle ore 9.30 di domenica 11 ottobre. La chiusura è prevista per entrambi i giorni alle ore 19,00.

Confermatissimi i settori di fiera che da sempre riscuotono i maggiori consensi di pubblico, quali: modernariato, antiquariato, oggettistica, dischi e cd, abbigliamento usato e vintage, oltre alle aree tematiche divenute oramai familiari: “Mercatino delle Pulci”, l’affascinante padiglione dell’oggettistica più variegata, “Salone della Creatività”, riservato ad artisti-artigiani, produttori “dell’ingegno e della fantasia”, “Auto …in Fiera”, il Salone dell’auto e più in generale del veicolo usato, con proposte presentate dai rivenditori ma anche da singoli privati che hanno l’opportunità di farlo in forma gratuita.

L’evento della 32à edizione è costituito dal ritorno, dopo il successo dello scorso anno, di Macerata Fumetto e Salone del Libro, spazio riservato a libri e fumetti usati e nuovi, proposte editoriali, letture, tante attrazioni e animazioni legate al mondo del fumetto quali, Manga, Comics, Cosplay Contest, Card Games, Giochi di ruolo e da tavolo. Una qualificata e diversificata proposta che ha realmente incontrato le esigenze degli interessati.

Al “grido” quindi di “FUORI TUTTO, ….da cantine e soffitte!!!”, lo staff della Service Promotion aspetta tutti al Centro Fiere Villa Potenza di Macerata i prossimi sabato 10 e domenica 11 ottobre.

Per informazioni e la prenotazione di spazi:
tel. 0733.637313 oppure info@servicepromotion.it, www.FieraCampionariaUsato.com
MACERATA: SABATO 29 AGOSTO ULTIMO APPUNTAMENTO CON SASSO ON SUMMER FESTIVAL
S.O.S. Sasso on Summer Festival è il nuovo evento estivo che si tiene a Macerata presso il parco del Sasso d’Italia. Ultimo appuntamento il 29 agosto 2015 dalle ore 18.00. L'evento è ideato e realizzato da Risorse Cooperativa e dallo staff dell’Alligatore Ecobar, con il patrocinio del Comune di Macerata e in collaborazione con le associazioni Elver, Alter Eco, e Gruca Onlus.

L’evento collocato all’interno del calendario di Macerata d’Estate 2015, è caratterizzato dalla buona musica, grazie ad una line up che comprende, tra gli altri, artisti del calibro di Piezo, Capibara, Deleted Soul e Populous. Durante ognuna delle tre serate l’allestimento è curato in ogni minimo dettaglio, dalla musica agli spettacoli di visual art a cura del collettivo Lucky Assembler, dallo street food di qualità alle birre artigianali dei produttori locali, fino al gelato di Gelato Travel.

L’iniziativa è in linea con un percorso di promozione e valorizzazione degli spazi verdi pubblici di Macerata all’insegna della cultura, della socialità, del rispetto dell’ambiente e dell’integrazione. Ultime tappe di questo percorso sono stati gli eventi organizzati nel Parco di Fontescodella dall’Alligatore Ecobar da maggio fino ad oggi, periodo durante il quale si sono avvicendati musicisti, performers, cuochi e artisti fino al grande evento Voodoodella, che ha visto la partecipazione di djs di livello internazionale. Le iniziative culturali dell’Alligatore continueranno anche ad agosto con la rassegna di cortometraggi animati in collaborazione con il festival Notte Nera di Serra dei Conti.

Ecco il programma completo dell'ultima serata


29 AGOSTO
Populous (Live Set)

Warm up:
DISCODELLA(Dj set)
Nodef (Dj Set)
Foster (Dj Set)

Visual: Lucky Assembler
Second Stage: Sludge Room Kollective Showcase
PORTO RECANATI: TORNA LA NOTTE VINTAGE IL 28 AGOSTO

Venerdì 28 Agosto 2015, Porto Recanati ospita la seconda edizione della “Notte Vintage”

E
venti Live in collaborazione con le Attività Commerciali e Produttive e con il patrocinio della Città di Porto Recanati, presenta una notte che vi riporterà indietro nel tempo.

Negozi aperti e Shopping tutta la notte con stile, tanti punti spettacolo, musica, attrazioni e animazioni, curiosità e proiezioni vintage, e ancora Degustazioni, Aperitivi, Cene a tema, Specialità culinarie e Antiche tradizioni.

La serata prevede esposizioni di auto e moto d’epoca, mercatini vintage, curiosità ed oggettistica hand made, apertura delle attività del centro e del lungomare fino a notte inoltrata con prezzi veramente appetibili.

Si tratta dell’evento ideale per tutti coloro che hanno la voglia di fare un tuffo nel passato!

Essendo gradito abbigliamento e caratterizzazione a tema, grazie ad un perfetto mix di musica, video, moda, vintage e contemporaneità, Porto Recanati si trasformerà in un viale stile anni ‘50/'60/'70/'80 tutto all’insegna del puro e sano divertimento.

Info: 071 75 92 053 – 335 67 52 436


MACERATA: PRESENTATA LA STAGIONE DEL LAURO ROSSI 2015/2016

Testi classici e drammaturgia contemporanea, interpreti amati da pubblico e critica, maestri della scena e danza animano la stagione 2015/2016 del Teatro Lauro Rossi promossa dal Comune di Macerata e dall’AMAT e realizzata con il contributo di Regione Marche e Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo.

Otto spettacoli per sedici appuntamenti compongono il cartellone che si inaugura il 27 e 28 ottobre con Sarto per signora prima piéce di Georges Feydeaux interpretata da Emilio Solfrizzi e diretta dalla sapiente regia di Valerio Binasco. Scambi d’identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti sono gli elementi base per questo divertente vaudeville che mette in luce una comicità amplificata dal virtuosismo tecnico dell’autore capace di assommare colpi di scena comici ed equivoci con la precisione di un chirurgo.

La danza di Artemis Danza è la protagonista il 26 e 27 novembre con Tosca X
. Una delle opere più drammatiche e toccanti della storia del teatro musicale si fa danza, nell’interpretazione di quattordici straordinari danzatori accompagnati dagli allievi delle scuole di danza della città. La coreografa Monica Casadei da diverso tempo sperimenta la contaminazione fra il potere espressivo della danza e quella straordinaria quantità di energia, emozione e passione che caratterizza il mondo dell’opera. Da questa contaminazione è nata la trilogia verdiana (Traviata, Rigoletto e La doppia notte) e ha preso le mosse lo scorso anno il progetto Puccini G(.).

Il 9 e 10 dicembre Alessandro Preziosi porta in scena in veste di interprete e regista Don Giovanni.
Lo spettacolo rappresenta per il bell’attore il compimento di una particolarissima trilogia di ambientazione seicentesca che ha attraversato Amleto, Cyrano per approdare a Don Giovanni. Toni drammatici e comici si incrociano di continuo nel testo di Molière e proprio questa compresenza fa emergere un materiale drammaturgico teso a coniugare l’esaltazione ed il senso tragico del personaggio, mito dell’individualismo moderno.

La stagione prosegue il 4 e 5 gennaio – al termine di una residenza di riallestimento - con Servo per due dell’inglese Richard Bean,
libero adattamento da Il Servitore di due padroni di Goldoni. Pierfrancesco Favino e gli attori del Gruppo Danny Rose accompagnati dagli straordinari musicisti di Musica da Ripostiglio, ricollocano sullo sfondo della Rimini degli anni ’30 la vicenda di equivoci e avventure di un Arlecchino rivisitato in chiave moderna, utilizzando nuove tecniche e tecnologie.

Da Ludovico Ariosto a Giovanni Boccaccio prosegue il viaggio nella letteratura italiana della collaudata coppia Stefano Accorsi e Marco Baliani che dopo Orlando furioso portano a teatro il 27 e 28 gennaio Decamerone
. Vizi, virtù, passioni, liberamente tratto da Decamerone di Giovanni Boccaccio nell’ambito del Progetto Grandi Italiani di Marco Baliani, Stefano Accorsi e Marco Balsamo.

Dopo il pluripremiato Un tram che si chiama desiderio, Antonio Latella prosegue la propria analisi nell’universo femminile con uno spettacolo che rilegge i miti del cinema occidentale. Ti regalo la mia morte, Veronika - al Teatro Lauro Rossi il 24 e 25 febbraio - si ispira all'opera cinematografica di Rainer Werner Fassbinder, in particolare alle creazioni che il regista bavarese ha dedicato alla rappresentazione e all’analisi della donna. Partendo dalla rievocazione della vicenda di Veronika Voss, ultima tra le protagoniste del suo cinema, lo spettacolo incontra alcune tra le figure femminili grazie alle quali il regista ha consegnato forse una grande, unica opera in cui sguardo cinematografico e biografia personale tendono inevitabilmente a coincidere.

Uno dei narratori italiani più amati dal pubblico, Marco Baliani è in scena il 16 e 17 marzo con Trincea diretto da Maria Maglietta. “Sono trascorsi cento anni dal primo conflitto mondiale - afferma Baliani - ci saranno celebrazioni, pubblicazioni, conferenze, riflessioni, e altro ancora. Io vorrei provare a toccare un piccolo punto di quell’immensa catastrofe, un solo corpo, quello di un qualsiasi soldato, anonimo, non appartenente ad una precisa nazionalità, e toccare quel corpo nel luogo più emblematico di quella guerra, la trincea”.

La conclusione della stagione il 3 e 4 aprile è affidata a Ottavia Piccolo protagonista di 7 minuti, intenso e attuale spettacolo tratto dal testo di Stefano Massini e diretto da Alessandro Gassmann. Basata su un episodio realmente accaduto in una fabbrica francese, la piéce con un linguaggio vero e asciutto parla di lavoro, di donne, di diritti, dando voce ed anima a undici protagoniste operaie che raccontano le paure per il nostro futuro e per quello dei nostri figli, le rabbie inconsulte che situazioni di precarietà̀ lavorative possono scatenare, le angosce che il mondo del lavoro dipendente vive in questo momento.

Nuovi abbonamenti dal 9 al 17 ottobre. Biglietteria dei Teatri 0733 230735 - 0733 233508, AMAT 071 2072439.

MACERATA OPERA FESTIVAL: I NUMERI DEL 2015, PRIME INFO SULLA STAGIONE 2016

Sold out per Rigoletto e La Bohème, 2271 spettatori per Cavalleria rusticana e Pagliacci. L’ultimo fine settimana sorride al Macerata Opera Festival che in chiusura fa registrare il record d’incasso della stagione, con l’opera di Giuseppe Verdi, Rigoletto, messa in scena da Federico Grazzini.

Oltre centoquindicimila euro di botteghino che porta lo Sferisterio alla cifra complessiva di 1.147.000 euro, che corrisponde a quanto previsto in bilancio.
Il Macerata Opera Festival conferma il trend di crescita nelle quattro settimane di programmazione, con tutte e tre le opere che superano in più recite i centomila euro di incasso. La media spettatori del primo fine settimana di 1951, diventa di 2324 nell’ultimo week end.

Dopo la stagione dei record nel Cinquantenario, il Macerata Opera Festival conferma gli ottimi risultati che, seppur leggermente inferiori a quelli del 2014, superano di gran lunga i dati della stagione 2012 e 2013.

Le presenze assolute al Festival, compresa la produzione Marco Polo e il concerto di Ludovico Einaudi sono state di 32.296. Le tre opere in cartellone hanno registrato una media spettatori di 2113, di cui 2018 paganti per una media incasso di 100.068 euro (era 103mila nel 2014, 90mila nel 2013 e 95mila nel 2012).

Significativo il calo di gratuità. Gli ingressi omaggio confermano la tendenza a scendere in percentuale, posizionandosi quest’anno al 4,49% (era il 4,85% nel 2014, il 5,43% nel 2013, il 6,23% nel 2012, il 12,22% nel 2011): 1043 il valore complessivo. Importante anche il dato delle vendite e prenotazioni online, salito del 5% rispetto all’ottima stagione del 2014 e che tocca quota 6500 biglietti venduti, con il raddoppio degli abbonamenti che hanno triplicato il relativo incasso.

Infine, è stata la stagione dei giovani: le anteprime hanno portato allo Sferisterio 2716 under 30, che si sono appassionati alle storie di Rigoletto, La Bohème, Cavalleria rusticana e Pagliacci.

L’opera ha cambiato il volto della città, grazie anche al Festival OFF che ha raggiunto la piena maturazione. Alla sua quarta edizione, il cartellone di eventi, conferenze, spettacoli e concerti, ha mostrato la sua forte identità fin dal primo appuntamento, quello con il teologo Vito Mancuso che, il 16 luglio, ha riempito il Teatro Lauro Rossi, e con i Mercoledì Mania che hanno impreziosito il cartellone con tre appuntamenti esclusivi, dedicati alla musica barocca, ottocentesca e contemporanea. Sorprendente la serata Nutrire l’anima. Festa marchigiana da Giacomo Leopardi a Sesto Bruscantini dedicata al social partner La Lega del Filo d’Oro e variopinta quella della Notte dell’Opera che ha portato in città circa 50mila persone. Un successo la rassegna Lo spazio dell’anima e i Percorsi tattili così come i consolidati appuntamenti degli Aperitivi Culturali, Pomeridiana e Fiori Musicali.

L’alta qualità delle produzioni e i numeri di questa stagione sono resi possibili ancora una volta, dal lavoro di 515 persone tra maestranze, masse artistiche, cast e personale dell’organizzazione e di sala che operano ogni anno, con professionalità e passione, nei 25 giorni di Festival.

Dati confortanti che lanciano da subito il lavoro per la stagione 2016, dal titolo Mediterraneo. Già annunciati due dei tre titoli: Otello di Giuseppe Verdi e Norma di Vincenzo Bellini.

SARNANO: TUTTO PRONTO PER CASTRUM SARNANI

Basterà attraversare il centro storico di Sarnano (MC) per essere coinvolti in un magico viaggio nel tempo, che riporterà il Borgo al suo fascino originario attraverso le tradizioni, i sapori e le emozioni dell’epoca medievale. A renderlo possibile è “Castrum Sarnani, il Medioevo … che ritorna”, rievocazione storica giunta alla sua VIIIa edizione e organizzata dall’Associazione Tamburini del Serafino, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Marche, della Provincia di Macerata, del Comune di Sarnano, dell’Associazione Pro Sarnano e della Comunità Montana dei Monti Azzurri.

Il visitatore diventerà l’abitante di un villaggio medievale grazie ai costumi d’epoca, ai cortei di dame e cavalieri, all’itinerario degli antichi mestieri, alla conversione dell’euro nell’antica moneta (la moneta di Castrum Sarnani, coniata per l’occasione), ai tipici sapori offerti da taverne e osterie e molto altro ancora
… Tutto accompagnato da spettacoli di musici, mangiafuoco, giocolieri e danzatrici, che insieme a bizzarri personaggi dell’epoca animeranno ogni angolo del paese. È così che l’affascinante storia medievale del paese, gelosamente custodita tra le sue mura, prenderà vita per regalare emozioni a tutti i visitatori.

PROGRAMMA DEGLI EVENTI
La magia avrà inizio sabato 8 agosto alle 22 con la “ Benedizione del Palio del Serafino” alla Chiesa di Santa Maria di Piazza Alta, capitani e atleti delle quattro contrade contendenti prenderanno parte alla cerimonia di benedizione del gonfalone del Serafino, simbolo del comune e premio per il vincitore.

Domenica 9 Agosto dalle 16 “Corteo Storico” e “Palio del Serafino”: accompagnato dal suono del campanone della Torre del Palazzo del Popolo e dai ritmi del Gruppo Tamburini del Serafino, prenderà vita il corteo storico. Dietro allo stendardo del Serafino, storico stemma comunale, il podestà con la sua signora, Priori Madame e Messeri delle contrade verranno scortati dal Capitano del Popolo e da valenti cavalieri attraverso le vie del Castrum e fino al campo "de li giochi", dove atleti e capitani si sfideranno nei tradizionali "giochi" che, fin dal 1965, hanno reso il “Serafino d’Oro” prima e il “Palio del Serafino” poi, una delle rievocazioni più seguite della regione: Tiro alla Fune, Taglio del Tronco, Corsa con l’orcio, Salita al palo.

Dall’8 al 20 agosto, dalle 20 “Taverna della Luna”, appuntamento con il gusto sul balcone panoramico sottostante il Palazzo del Popolo. Aprirà la trentennale Taverna, che offrirà un servizio di ristorazione all’aperto, proponendo piatti tipici dell'epoca. Niente verrà lasciato al caso: dagli ingredienti del tempo, ai piatti e bicchieri in terracotta, fino al servizio in costume; tutto è pensato per far vivere all'ospite il sapore autentico del passato. I commensali verranno inoltre deliziati da musiche e spettacoli a tema.

Il cuore pulsante della rievocazione sarà dal 10 al 13 agosto, dalle 18 alle 24, grazie a “Il Medioevo … che ritorna”
: varcata Porta Brunforte, la manifestazione entrerà nel vivo. Il visitatore troverà all’inizio del viaggio nel tempo il “Cambio”, dove cambiare il proprio euro con il “denaro”, necessario per mangiare o fare acquisti nel Castrum. Proseguirà lungo i vicoli animati da spettacoli di danza, mangiafuoco, combattimenti di scherma antica, sbandieratori, cantastorie, trampolieri, giocolieri e strani personaggi del tempo … Lungo il percorso potrà apprezzare l’arte degli antichi mestieri sapientemente riprodotti e al termine giungerà in Piazza Alta, dove si svolgeranno continuamente spettacoli d’animazione. Troverà particolari scene di vita medievale come la grotta delle torture, l’inquisizione, la messa al rogo delle streghe e, in altre zone più ludiche, gli strani giochi medievali. Per la cena, potrà scegliere se sedere in Taverna e mangiare un pasto completo, oppure fermarsi nelle Osterie, per assaporare veloci spuntini o sorseggiare un bicchiere di cervogia o di ippocrasso, servito da operosi monaci atti a mostrare gli antichi processi di produzione della birra. Ogni sera ci sarà “Il medioevo dei bambini” dove i piccoli visitatori verranno vestiti in abiti medievali e coinvolti da simpatiche animatrici in giochi di abilità, come la ricerca della principessa scomparsa o la nomina a cavaliere. Si terrà poi l’ “Accampamento storico animato”, con interessanti spiegazioni sugli usi dell’uomo d’arme del 1200 a cura della compagnia Grifone della Scala di San Severino Marche.

Dal 17 al 20 agosto dalle 20 “In Taverna con la Contrada”. Le ultime quattro serate saranno dedicate alle contrade del Palio del Serafino che in ordine di arrivo inverso si succederanno alla Taverna della Luna, allestimento a tema e festa per squadra, contradaioli e simpatizzanti
. Per concludere la manifestazione l’ultima sera con la contrada vincitrice, “In Taberna Quando Sumus”, serata in musica medievale e animazione.

Non mancheranno le attività culturali. L’edizione 2015 è particolarmente significativa per il paese, in quanto cade nell’anno giubilare di Sarnano, che celebra i 750 anni del riconoscimento come Libero Comune: questo sarà il tema intorno cui verteranno le attività. Dall’ 8 al 13 agosto dalle 17 alle 19 l’Associazione Tamburini del Serafino organizzerà visite guidate alla scoperta dei tesori del Borgo. Sempre dall’8 agosto verranno allestite all’interno del Palazzo del Popolo diverse mostre tematiche: “Arcana, i segreti di Sarnano”, un viaggio che ripercorre la storia del Comune dalla sua nascita fino ad oggi; “Imago Sarnani”, mostra fotografica delle opere che hanno partecipato al concorso sulla manifestazione e “Frammenti del Palio del Serafino”. Per tutto il periodo sarà allestita nel centro storico una pannellatura volta a trasformare i vicoli in un museo all’aperto: i vari segni del medioevo, le chiese e i palazzi saranno spiegati in italiano e inglese, dando al turista di passaggio la possibilità di conoscere il centro storico. L’associazione Tamburini del Serafino sta inoltre provvedendo alla stampa di un volume che contenga la storia di Sarnano. Sarà poi realizzato un video professionale prendendo spunto dagli eventi che hanno segnato la nascita del Comune.

Con un programma così ricco, ogni commento appare superfluo per descrivere una manifestazione che diventa sempre più grande e coinvolgente, grazie all’impegno e alla passione dei sarnanesi. La bellezza dell’evento rispecchia quella del paese: storica, paesaggistica, culturale… e “umana”, data dal senso di appartenenza della Comunità, che coinvolgerà nella meraviglia della sua storia anche quanti vorranno esserne magicamente travolti. E se ancora vi fossero dubbi… l’appuntamento è per il mese di agosto, quando “Castrum Sarnani” parlerà da sé.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | avanti


 






Le Terre del Tartufo

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

 
 
BERT & ASSOCIATI sas - P.IVA 01343010433 - Registrazione Tribunale di Macerata n. 418/98