HOME   CULTURA EVENTI NIGHT LIFE SPORT TURISMO   COMUNI
NEWSLETTER AGRITURISMI |  AZIENDE |  IMMOBILIARI |  RICETTIVITÀ |  RISTORO |  SHOPPING |  CONVENZIONI  CONTATTI
FANO DIVENTA LA 'CITTA' DEL CARNEVALE'
E' stata approvata dalla Giunta fanese la delibera proposta dall'Assessore al Turismo ed Eventi, Alberto Santorelli, che conferisce a Fano il titolo di "Città del Carnevale".

La manifestazione più importante della città di Fano, in provincia di Pesaro Urbino, diventa quindi un marchio riconosciuto e l'ufficio turismo potrà ora promuovere e diffondere il nuovo brand, come caratterizzante della città.

Anche il presidente dell'Ente Carnevalesca, Luciano Cecchini, esprime soddisfazione per il riconoscimento ottenuto che ovviamente darà nuovo slancio al Carnevale fanese e al turismo e il commercio in città: "Come presidente della Carnevalesca non posso che gioire e ringraziare la Giunta per aver preso questa decisione che oltre a fare bene all’economia della città riconosce il grande valore di questo ente e di coloro che ci lavorano durante tutto l’anno. E’ del 1872 la notizia della costituzione della Società della Fortuna, antenata dell'Associazione Ente Carnevalesca. Da oltre 100 anni la Carnevalesca opera per valorizzare una delle maggiori ricchezze della città: il nostro antico Carnevale e tutte le tradizioni ad esso collegate. La macchina organizzativa ha comunque raccolto con anticipo l’idea di Santorelli visto che quest’anno la manifestazione potrà contare su quattro carri nuovi, nuove mascherate e tante iniziative collaterali che sicuramente saranno d’aiuto per la promozione del Carnevale al di fuori dei confini regionali".

PESARO - OK DELLA REGIONE A 'INFINITAMENTE MARCHE', IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA MATTEO RICCI ENTUSIASTA
Si è riunita a Palazzo Leopardi l'assemblea delle autonomie locali che ha accolto la linea del Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Matteo Ricci, sull'impostazione turistica regionale abbandonando il marchio "Marche di Charme" e puntando sul piano della continuità rispetto a brand e strategie di comunicazione.

"Infinitamente Marche" sarà ancora il marchio di riconoscimento turistico per la Regione Marche: "Tutti gli amministratori sono d’accordo - ha detto Ricci - chiediamo la continuità con l’investimento fatto per 'Infinitamente Marche', scongiurando improduttivi cambi di direzione. E, compatibilmente con le risorse disponibili, c’è anche la volontà di insistere sull’immagine di Dustin Hoffman". 

E' stata quindi approvata all'unanimità la proposta di legge che contiene il piano della giunta regionale, ma cassando il marchio "Marche di Charme": "Abbiamo richiesto con urgenza – aggiunge il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino - la costituzione di un tavolo di concertazione, dove definire la destinazione delle risorse previste per la promozione costruita su 'Marche di Charme'".

Prova ne è che alla prossima Bit di Milano, come già richiesto da Ricci al governatore Spacca e all'assessore Moroder, la delegazione marchigiana si presenterà con il marchio dell'infinito.

SPINGE IL SETTORE TURISTICO NELLE MARCHE: AL VIA 60 NUOVE ASSUNZIONI
L’incoming nelle Marche è davvero un volano per il territorio? Ad arricchire il forte il dibattito in corso sul tema è GGF Group, azienda leader nella gestione in outsourcing di servizi per operatori turistici in campo nazionale ed internazionale, che mette sul piatto azioni concrete. Sono infatti circa 60 le nuove figure lavorative che la società sta cercando per un immediato inserimento in struttura. Da professionisti del booking a esperti di web marketing senza tralasciare il settore del customer care: assunzioni che passeranno da un primo contratto di 6 mesi a un contratto di lavoro a tempo indeterminato per i più meritevoli.

“Cresce il turismo nelle Marche e di pari passo aumenta la necessità di nuove figure professionali” commenta Guido Guidi presidente di GGF Group. “L’aspetto rilevante è la destagionalizzazione del mercato che ci obbliga ad accompagnare questo sviluppo attraverso personale qualificato.”Nello specifico, le figure professionali ricercate sono lavoratori da inserire nel settore del booking telefonico e del Web booking, del customer care e all’interno dell’ufficio informatico.

Circa 35 professionisti saranno quindi inseriti in un team di lavoro che fornisce assistenza telefonica o web per la vendita e gestione di pacchetti turistici dei più importanti Tour Operator della nazione, confrontandosi con le agenzie di viaggio di tutta Italia o direttamente con i clienti finali. Prima di iniziare la propria esperienza lavorativa, i lavoratori seguiranno il corso “Gli strumenti di marketing operativo nel settore del turismo: booking e web Booking” e al termine del periodo di formazione riceveranno un attestato di partecipazione che permetterà loro di presentarsi sul mercato turistico con un elemento professionale in più.

Le due figure da destinare all’ufficio informatico si occuperanno invece di sviluppare nuovi siti web, seguiranno attività di ricerca e sviluppo nell'ambito di tecnologie informatiche, fungeranno da supporto per gli uffici marketing nell’analisi e nell'interpretazione di dati che derivano da indagini, database o da altri fonti informative.

MARCHEGUIDA, IL PORTALE DELLE MARCHE 2.0
Marche Guida, www.marcheguida.it, è l’unico portale di informazione regionale marchigiana a proporsi su Internet in tutti i principali social networks e aggregatori di notizie disponibili (Gruppo e Fan Page di Facebook, Profilo di Twitter, Google News), proponendo così in tempo reale i propri aggiornamenti su cronaca, informazione, turismo, cultura, spettacolo, economia e sport ad un pubblico potenzialmente illimitato. MarcheGuida può contare anche sulla visibilità dei propri contenuti nel sito di annunci Case & Cose, http://www.caseecose.it/ e sulla forza di un brand multimediale (Carta Servizi, Magazine Cartaceo, supplemento al free press C&C).

Marche Guida dispone di un team redazionale composto da professionisti della comunicazione che, oltre alla collaborazione con il nostro portale, hanno nel portfolio clienti aziende multinazionali europee, americane ed asiatiche per attività di community management, viral marketing e search engine optmization.

Il taglio dei contenuti ottimizzato per la fruizione in rete e la freschezza degli aggiornamenti sui temi di maggior interesse hanno reso MarcheGuida.it il leader dell’informazione regionale on line con percentuali di crescita del 120% nell’ultimo mese e del 600% negli ultimi sei (Fonte Alexa – The Web Information Company).

MarcheGuida è su Facebook
http://www.facebook.com/MarcheGuida

MarcheGuida è su Twitter
http://twitter.com/marcheguida

MarcheGuida è on Line
www.marcheguida.it

Marche Guida è su Google News
http://news.google.it/news/search?cf=all&ned=it&hl=it&q=site:guidamarche.it&cf=all&scoring=n

“SAN SEVERINO WALKING”: ITINERARI PER SCOPRIRE LE BELLEZZE DELLA CITTA’
Si chiama “San Severino Marche Walking” ed è la nuova proposta, rivolta in particolare agli appassionati di trekking urbano, pensata dall’ufficio turismo del Comune di San Severino, in collaborazione con la Pro Loco. Due gli itinerari scelti che sono presentati in una mappa turistica e che sono chiaramente tracciati, con tanto di apposite indicazioni stradali: “San Severino passo dopo passo” e “Sant’Eustachio nella Valle dei Grilli”.

Il primo percorso, lungo poco più di 4 chilometri, di media difficoltà e che prevede un tempo di percorrenza di circa 3 ore, parte da piazza Del Popolo e consente una visione d’insieme, come se si ammirasse il centro storico dall’alto anche se poi, in realtà, lo si attraversa a piedi. Si tratta di un itinerario lento perché, a fianco dei tanti monumenti ben visibili (palazzo comunale, teatro Feronia, chiesa Santa Maria della Misericordia, chiesa di San Domenico, museo del territorio ed altri), San Severino offre una miriade di piccoli gioielli che solo chi è attento saprà cogliere. Dalla centralissima piazza Del Popolo, salendo per stradine che salgono abbracciando il monte, ci si troverà nel medioevale piazzale degli Smeducci e la zona di Castello al Monte. Ridiscendendo verso valle il cammino si arricchisce di scorci segreti, di mura antiche, di case con orti e cortili, di monasteri di vita claustrale, fino ad immergersi di nuovo in strade cittadine. Attraverso il giardino di città si giunge alla fine del percorso nel meraviglioso complesso di San Domenico.

Il percorso “Sant’Eustachio nella Valle dei Grilli”, invece, partendo sempre da piazza Del Popolo – in questo caso la lunghezza dell’escursione, che richiede circa 3 ore, è di quasi 10 chilometri – si snoda dal centro città fino ad un luogo incantato, angolo segreto e suggestivo, con visite al convento di San Salvatore in Colpersito, alle chiuse di Ponte Sant’Antonio. Di qui ci si inoltra, infine, in un percorso naturalistico in cui, progressivamente, spazi più ampi d’acqua e di terra lasciano il posto a gallerie di alberi e tratti di ruscello fino a giungere alle grotte di S.Eustachio, luogo di eremitaggio e transumanza. Un angolo di selvaggia bellezza che riesce a sorprendere chiunque lo raggiunga.

LE MARCHE PIÙ BELLE? QUELLE VISTE DAL …CIELO!
Come esclamò 50 anni fa Jurij Gagarin durante il suo primo volo nello spazio a proposito della Terra, anche noi possiamo dire che i tanti borghi marchigiani sono più belli visti dal cielo. La considerazione viene naturale sfogliano il recente libro “Le mie ali sopra le Marche” della fotografa recanatese Franca Baleani Piccinini. Il volume raccoglie le immagini più belle delle città marchigiane da lei realizzate con la sua inseparabile macchina fotografica, sorvolando nell’arco di due anni la nostra regione a bordo di un piccolo aero da turismo. Spaziando dal confine con l’Abruzzo, fino al confine con la Romagna e dall’Adriatico all’ Appennino, l’occhio e l’obiettivo della fotografa di Recanati hanno catturato centri storici, aree archeologiche, agglomerati urbani, aree naturalistiche. Tante immagini che esaltano l’unicità di molti luoghi, testimoniando il connubio ancora fortunatamente presente tra città e campagna. Guardare, una dopo l’altra, le oltre 160 fotografie aeree pubblicate nel libro permette al lettore di compiere un volo virtuale nel cielo di una regione che non finisce mai di stupire.

Cinque sono i “capitoli” del libro, uno per ciascuna provincia delle Marche. Quello dedicato al territorio maceratese si apre con una foto dall’alto del porto di Civitanova Marche fino a chiudersi con il borgo “circolare” di Montecassiano. In mezzo foto di Civitanova Alta, Pollenza, Monte San Giusto, Gagliole, Porto Recanati (tra cui Villa Gigli e gli scavi archeologici), Recanati (compresa la Torre del Passero solitario e il Castello di Montefiore), Potenza Picena, Montelupone, Abbadia di Piastra, Urbisaglia, Treia, San Severino, Macerata, Villa Potenza (Helvia Recina), Cingoli, Lago di Castreccioni, Montecosaro, Tolentino, Loro Piceno, Pioraco, Matelica, Petriolo, Sassotetto, Lago di Fiastra, Sarnano e Camerino.

IL FERMANO OLTRE I CONFINI ITALIANI
La stagione estiva registra la presenza di molti stranieri nel nostro territorio con un + 4,5% degli arrivi e + 6,8 % delle presenze: è questo il momento più opportuno per rafforzare la promozione all’estero.

Da questa consapevolezza nasce la collaborazione fra il Sistema Turistico Locale Marca Fermana e l’Azienda Speciale Fermo Promuove della Camera di Commercio di Fermo che si concretizza nella partecipazione al primo appuntamento europeo sul turismo Vakantiebeurs a Utrecht – Olanda.

Tradizionale il Martedì, 11 gennaio è stato il giorno di negoziazione. Vakantiebeurs (l'Holiday Fiera), offre agli espositori l'opportunità di incontrare 115.000 consumatori di viaggio e 20.000 professionisti del settore in soli sei giorni. Questo rende Vakantiebeurs la più grande fiera del consumatore di viaggi nel mondo e la più grande fiera dell’Olanda. Un momento perfetto per incontrare potenziali clienti. lo stand di Marca Fermana ha accolto curiosi, ma soprattutto chi conosce già le Marche e le ha scelte per le prossime vacanze.

Nel mese di Gennaio hanno le idee chiare sulla destinazione e visitano la fiera per raccogliere informazioni più approfondite. Cosa prediligono? Sicuramente i campeggi, scelgono di venire nelle Maeche in Camper e vogliono visitare i borghi del territorio e fare lunghe passeggiate nel Parco dei Monti Sibillini.

“Gli obiettivi posti alla base di questa collaborazione – ha commentato il presidente del Sistema Turistico Marca Fermana Saturnino Di Ruscio - sono: l’internazionalizzazione del prodotto turistico Fermano; far apprezzare il territorio svolgendo pubblicità d'immagine, giocando sulle emozioni, mirando a creare o rafforzare atteggiamenti positivi; attirare una nuova componente generazionale di turisti e clienti; valorizzare le risorse paesaggistiche, ambientali, culturali, storico artistiche e socio- economiche del territorio; valorizzare le eccellenze produttive delle aziende manifatturiere e agro-alimentari del territorio; massimizzare le potenzialità di offerta e di sviluppo del territorio”.

La fiera Vakantiebeurs di Utrecht accoglie principalmente il seguente target di turisti: le famiglie con bambini di età superiore ai 6, nuclei familiari 25 - 35 anni di età senza figli, le famiglie, a 50 anni e oltre. E queste sono solo alcune delle caratteristiche dei visitatori:
• € 2,660 spesa media per le vacanze per persona
• 86% va in vacanza almeno 2 volte all’anno
• 77% visita la fiera per cercare informazioni per prenotare le proprie vacanze
• 64% guadagna più dell’1,5% del reddito medio (€32,000)
• L’età media è di 49 anni
• 25% ha figli che hanno più di 6 anni e il 55% ha più di 35 e non ha figli che vivino a casa
• I consumatori hanno valutato la fiera con una media di 7.7 (in un range da 1 a 10)
.

Per l’occasione è stato realizzato un depliant in lingua olandese che sinteticamente descrive le attrattive del Fermano: il mare, le piste ciclabili, cultura e arte, l’artigianato, il turismo naturalistico-sportivo e per finire i Monti Sibillini. Ed inoltre verranno distribuite La Guida del Fermano in lingua Inglese e grazie alla collaborazione della Provincia di Fermo le brochure: Storie e arte, Paesi e paesaggi, Tradizioni e prodotti.

Proprio così, dalle parole ai fatti, quest’evento sarà una delle prime occasioni pre promuovere il fermano all’estero ed è stato possible solo grazie alla cooperazione di tutti gli attori portatori di interesse.

IL TURISMO DI ALTA GAMMA E’ UN’OPPORTUNITA’ ANCHE NELLE MARCHE
“Il turismo di alta gamma per le Marche non è l’unica via, ma è una grande opportunità”. Guido Guidi, presidente di Maraviglia Travel, il tour operator recentemente nato e specializzato nell’attirare in regione il turista più esigente, interviene nel dibattito sul brand turistico giusto per le Marche.

“Ritengo sia molto positivo che si approfondisca la discussione sulle strategie da adottare, perché il turismo rappresenta uno dei volani economici più promettenti per il futuro. Il nostro gruppo si occupa da anni di turismo, conosciamo bene il mercato internazionale e sappiamo che le Marche hanno grandi potenzialità per attrarre il turista di fascia alta. Per questo abbiamo investito sul progetto Maraviglia Travel, mettendo in rete il meglio del patrimonio ambientale, storico-artistico, enogastronomico, gli eventi culturali e anche le migliori strutture di accoglienza: perché nelle Marche ce ne sono, e sono piccoli gioielli da scoprire e valorizzare.

E c’è anche chi sta investendo molto in questo senso, come dimostra l’Hotel Excelsior di Pesaro, il primo 5 stelle della regione. Ma lo ‘Charme’, scelto come brand per le Marche nell’ultima campagna istituzionale, non va collegato soltanto al lusso, ma anche, e aggiungerei soprattutto, a quell’armonia e a quell’eleganza che le Marche sanno sprigionare.

La nostra regione è piena di angoli nascosti, di bellezze da scoprire, ed è per questo che è in grado di catturare un turista del tutto particolare, che vuole vivere un’emozione, che cerca un’esperienza più che un prodotto preconfezionato. Si tratta di nicchie di mercato decisamente interessanti, molti imprenditori ci credono e ci stanno scommettendo. Come Maraviglia abbiamo già firmato accordi con buyer internazionali e ricevuto l’attenzione di clienti prestigiosi: le ‘Marche di charme’ aspettano solo di essere scoperte”.

RIPE SAN GINESIO: MOSTRA NAZIONALE PRESEPI
Anche quest'anno l'estro e l'esperienza della più raffinata arte presepiale Italiana si danno appuntamento a Ripe San Ginesio (MC), dove dal 8 Dicembre al 6 Gennaio sarà possibile percorrere l'itinerario della tradizionale Mostra Nazionale dei Presepi.

L’esposizione è allestita in locali, cantine e grotte lungo un percorso che si dipana nell'incantevole centro storico del paese, come un suggestivo viaggio attraverso le oltre 70 scenografie, opera dei maggiori maestri presepisti italiani, tra le quali merita una nota speciale lo straordinario presepe monumentale di cinque metri, in stile Settecento Napoletano, proveniente da un'esposizione internazionale.

Come negli ultimi 5 anni, la mostra è curata da Luigi Farroni, con la collaborazione del comune di Ripe San Ginesio, dell'Associazione Italiana Amici del Presepio e della Pro-loco di Ripe San Ginesio. Durante il periodo di esposizione, che ogni anno porta nel nostro territorio centinaia di visitatori da ogni parte d'Italia e d'Europa, i locali della zona proporranno i menù tradizionali natalizi per offrire ai visitatori la possibilità di godere al meglio di atmosfere, sapori e valori preziosi.

Per tutto il periodo sarà possibile visitare la mostra, con il seguente orario: nei giorni festivi dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 19.00; nei giorni prefestivi dalle 15.00 alle 19.00; nei giorni feriali l'apertura sarà riservata ai gruppi, su prenotazione.

Per informazioni 3497586867 - www.presepiripe.it



TARTUFO DI MARCA: IL FESTIVAL DEL NERO PREGIATO
Duelli gastronomici, fiera dei prodotti, laboratori e, novità assoluta, lezioni di cucina. L’appuntamento è con “Tartufo di Marca”, il festival del nero pregiato che promuove la tradizione enogastronomica marchigiana, il 4 e il 5 dicembre a Muccia. Testimonial di questa edizione Alessandro Di Pietro e Anna Moroni, protagonisti dei programmi “Occhio alla spesa” e “La prova del cuoco”, insieme alle telecamere di RAI1.

La riscoperta del tradizionale pranzo della domenica è il tema delle lezioni di cucina che mostrano come preparare i vincisgrassi, il coniglio in porchetta e offrono le indicazioni per il giusto utilizzo del nero pregiato tra i fornelli.

Tra i 40 stand allestiti all’interno della distilleria dello storico marchio Varnelli anche il “Mercatino natalizio” delle tipicità: salumi e formaggi, miele e frutti di bosco, legumi e cereali, funghi ed erbette, dolci e frutta.
Nei 1000 mq di spazio espositivo si trovano, inoltre, il ristorante, l’esposizione dei manufatti degli artigiani locali, un bookshop e l’angolo dei regali, dove è possibile farsi confezionare dei cesti enogastronomici con i prodotti acquistati sul posto.

Nei fine settimana di dicembre i ristoratori del territorio offrono un menù a base di tartufo Nero pregiato al prezzo convenzionato di 28 euro.
Il Festival “Tartufo di Marca” è organizzato dai Comuni di Monte Cavallo, Pieve Torina, Muccia e Fiordimonte, in collaborazione con l’associazione Stella dei Sibillini. Major Partner dell’iniziativa sono: Regione Marche, Provincia di Macerata, Fondazione Carima, Camera di Commercio di Macerata, Coldiretti Macerata, AATO 3, Contram, Edra, D.E.C., con la collaborazione di Varnelli, Romani e il Centro italiano di Analisi sensoriale.

Info su www.tartufodimarca.it.

indietro  | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 |


 






Le Terre del Tartufo

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

Marcheguida Sponsor

 
 
BERT & ASSOCIATI sas - P.IVA 01343010433 - Registrazione Tribunale di Macerata n. 418/98